Allergie ed intolleranze

Il mio corpo mi sta comunicando qualcosa di importante: ma cosa?

Energeticamente la differenza tra allergie ed intolleranze è solo nella quantità delle reazioni a stimoli esterni: riguardo alle allergie siamo davanti ad aspetti maggiormente evidenti, nelle intolleranze sono più blande, ma il messaggio resta comune.

La chiave di lettura energetica va inquadrata non nella sostanza che scatena la reazione allergica bensì nel tipo di reazioni che vengono suscitate: più di frequente vediamo occhi che piangono e si arrossano, naso che cola, pelle che reagisce irritandosi o gonfiandosi, polmoni che faticano a respirare (asma), addirittura gonfiore abnorme all’interno della gola che potrebbe arrivare all’interruzione della capacità respiratoria.

Ogni tipologia di reazione ha una sua spiegazione energetica e nel caso fossero abbinate  necessitano una lettura combinata.

Nel dettaglio:

– un arrossamento degli occhi, gonfiore, indica la necessità di sentirsi maggiormente libero o più riconosciuto nella propria personalità;

Intolleranze a latte e latticini: la mamma in agguato!

– occhi che lacrimano indicano la necessità di dare sfogo ad emozioni e sensazioni di cui avvertiamo la mancanza;

– difficoltà respiratorie parlano della necessità di sentirsi maggiormente amati o, al contrario, di essere soffocati da troppo amore;

– reazioni della pelle significano la necessità di tenere maggiormente sotto controllo una situazione che sfugge, ma anche allontanare qualcuno troppo vicino soprattutto se si tratta della pelle del viso (vedi l’articolo su ACNE);

– il naso che cola indica insicurezza, una paura latente per qualcosa che sta accadendo o si teme possa accadere. Di solito gli ambiti da notare sono l’area della casa, la famiglia, il lavoro o il denaro. Potrebbe anche essere coinvolta la relazione con la madre, vero pilastro della nostra sicurezza a livello archetipico;

Frutta, polvere, pollini: una marea di allergie!

– una gola che si arrossa esprime qualcosa di non espresso, il classico “rospo” che rimane bloccato e se questa reazione rendesse difficoltosa la respirazione potremmo aggiungere un disagio relativo al non sentirsi amato come si desidererebbe da una persona vicina al proprio cuore.

Nell’ambito della lettura energetica fanno eccezione tutte quelle persone intolleranti a latte, latticini e derivati, frumento, glutine, le persone celiache. La loro intolleranza è verso la mamma che non viene percepita come fonte di sicurezza e protezione, ma al contrario come generatore di paura, insicurezza e disagio.

Allergia diffusa: il naso che cola improvvisamente.

Esempi reali di intolleranze.

Una signora celiaca percepiva la madre come anaffettiva, distaccata, insicura che mai ha dato una carezza alla figlia. Quando parlava della madre si esprimeva con termini forti e senza possibilità di equivoci: “mia madre è intollerante, dura e spietata, fredda senza alcun interesse per i suoi figli”.

Un adolescente asmatico viveva la madre come ansiosa, invadente, insicura, che si preoccupava continuamente del suo abbigliamento (hai messo la maglia di lana? Sei coperto abbastanza?), che vedeva la vita in chiave negativa e  scaricava sul figlio le proprie insicurezze.

Una bambina in età scolare con eczemi diffusi in tutto il corpo ed allergia alla polvere aveva una madre insicura con un carattere forte ed autoritario che decideva tutto per tutti senza discussioni. La sua sensazione era di essere ipercontrollata dalla madre senza possibilità di scappare da quella gabbia dorata.

Con questa chiave di lettura, se il significato venisse riconosciuto come reale, è evidente che ogni allergia può essere guarita invertendo le percezioni che gli individui hanno del loro intorno.

Scritto da Franco Bianchi.
Tratto da Karmanews

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.