MANGIARSI LE UNGHIE: SOLO UN VIZIO O C’È DELL’ALTRO?

L’abitudine di rosicchiarsi o mangiarsi le unghie è abbastanza diffusa e crea un antipatico effetto estetico, essendo le mani degli strumenti non solo preziosi, ma anche posti in evidenza alla vista altrui, soprattutto per certi lavori come il parrucchiere, il massaggiatore ed in generale per chi lavora con il pubblico.

Di questo fatto ne sono consapevoli e cercano di rimediare evitando di mostrare le proprie mani o addirittura nascondendole, per quanto possibile, alla vista.

mangiarsi le unghie nervosamenteLe unghie rappresentano i nostri artigli, cioè gli strumenti di difesa e di offesa, senza i quali siamo ovviamente in difficoltà nelle relazioni interpersonali.

La metafora del sintomo esprime una paura del soggetto ad essere completamente se stesso, a potersi esprimere secondo le proprie capacità.

Quando si andava a scuola era frequente il giudizio dei professori “se si applicasse di più potrebbe ottenere molti più risultati”: ecco questa definizione si applica perfettamente a questa tipologia di persone. Non perché non si applicano, bensì perché si trattengono dal mostrare tutte le proprie qualità e il mangiarsi le unghie ne è una palese dimostrazione.

mangiare le unghieSono individui stressati perché normalmente dotati di qualità importanti che faticano ad esprimere, in buona sostanza, per due principali motivi: o per paura di fare del male agli altri, cioè di essere pericolosi, oppure per paura del successo, cioè delle responsabilità conseguenti ad un risultato conseguito, o per entrambi i motivi.

Potremmo quasi parlare di incompiuta, cioè della fatica a portare a termine fino in fondo, con il massimo delle risorse a disposizione, un progetto sia lavorativo che personale, preferendo risultati di più basso profilo, come se si accontentasse.

Di questo la persona ne soffre moltissimo, consapevole delle risorse ed energie non o mal utilizzate. Nonostante ciò, ottengono discreti risultati nella vita dovuti alle qualità di cui sono dotati, ma potrebbero ambire a ben altri obiettivi, molto più elevati.

mangiarsi le unghieEsempio reale:

Uomo di 50 anni, manager finanziario, che impiega molti anni a decidersi di uscire dalle ali protettive di un gruppo importante per mettersi in proprio ottenendo ottimi risultati, ma sempre con il timore di avere la necessità di un supporto alle spalle.

Discussion

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.